infonapoles

Giornale della città di Napoli

CALCIO

Mertens e la dichiarazione d’amore di Napoli: ‘Ciro, resta con noi’ – La Gazzetta dello Sport


L’attaccante belga, amatissimo in città, ha ricevuto tantissimi auguri per i suoi 33 anni, ma il suo futuro rimane incerto

Per conoscere meglio Dries Mertens bisogna raccontare la sua amicizia con Tommaso Starace, magazziniere storico del Napoli, sin dai tempi di Diego Armando Maradona. Dries adora farsi raccontare aneddoti del passato azzurro – specie di Maradona – ed è affascinato dalla simpatia tutta napoletana di quell’omone che spesso gira per Castel Volturno con la sua grande caffettiera moka, per offrire un caffé a tutti. Non solo un rapporto di spogliatoio, perché Dries il suo amico lo porta anche in gita in barca ed è spesso protagonista con lui di gag, foto e video divertenti. Quando per esempio, nell’ottobre scorso, Mertens segnò un bellissimo gol a Salisburgo, la sua esultanza (con linguacce e gesti un po’… forti) venne battezzata come “volgare” da qualcuno. In effetti era soltanto la “Starace-dance” che Dries voleva assolutamente ricordare in quel momento che l’amico magazziniere era ricoverato in ospedale per un incidente stradale.

Quanti auguri

—  

Ecco perché non stupisce che in tantissimi attraverso i social abbiano voluto oggi far gli auguri al loro “Ciro” che compie 33 anni. “Amore mio” lo definisce Fabian Ruiz ripostando anche una spiritosa foto con i due che fingono di baciarsi. Oppure Arek Milik che – attraverso immagini di vita vissuta, non solo in campo – sottolinea: “Ti voglio bene amico mio”, firmato “big nose” perché chi segue il Napoli sa che ad ogni gol di Milik, Mertens corre ad afferrargli con due dita a tenaglia il suo importante naso. Auguri anche da Insigne, Koulibaly e un po’ tutti i compagni sui social, con i post riempiti da appelli dei tifosi azzurri con un unico denominatore: “Convincete Dries a restare!”.

Il futuro

—  

Già, il dilemma esiste. L’attaccante belga, miglior cannoniere di sempre del Napoli con 121 gol, è in scadenza di contratto e ancora non ha né siglato il rinnovo, ma neanche si è legato ad altri club, come potrebbe fare dal primo febbraio. Chelsea e Inter incalzano, ma se ancora Dries non si è deciso a firmare per un’altra società, è perché vuol capire sino in fondo se potrà restare a Napoli in una squadra competitiva. Lo scorso 27 aprile l’ultimo segnale – almeno esterno – con Aurelio De Laurentiis che si aggiudicò in un’asta benefica proprio la maglia con la quale Mertens segnò al Barcellona il gol del record, per 14 mila euro. “Felice di essermi aggiudicato quella maglia”, cinguettò il presidente, e sembrò un messaggio di riapertura di dialogo. Ma poi non ci sono stati ulteriori segni. Vedremo.