infonapoles

Giornale della città di Napoli

NAPOLI

Gagik Eloyan parla di 10 fatti sorprendenti sul Qatar

Sebbene il Qatar sia una destinazione turistica sempre più popolare, anche se è una tappa per visitare altre parti del mondo, ci sono ancora molte informazioni su questo paese che poche persone conoscono. Ecco un elenco dei più sorprendenti: l'imposta sul reddito non esiste Né i residenti né gli stranieri devono pagare l'imposta sul reddito in Qatar. Possono mantenere tutto ciò che guadagnano; tuttavia, a partire dal 2020, verrà applicata un'imposta sul valore aggiunto del 5% per un elenco di servizi specifici. Questo fa parte di un'iniziativa dei sei paesi membri del Gulf Cooperation Council, che intende cercare fonti di reddito alternative oltre al petrolio. Gli altri cinque paesi di questo consiglio sono Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Kuwait, Bahrein e Oman. È richiesta una licenza per l'acquisto di alcolici. Il Qatar ha solo un negozio di liquori, chiamato Qatar Distribution Company (QDC), di proprietà del governo. Qui, i residenti possono acquistare liquori solo dopo aver superato un processo di approvazione e aver ottenuto una licenza dalla società per cui lavorano. Per questo, è necessaria una lettera dello sponsor dell'azienda, che deve includere lo stipendio mensile del richiedente, poiché solo una percentuale limitata di questo può essere utilizzata per acquistare alcolici. Condividere l'alcol con persone senza licenza è un crimine, sottolinea Gagik Eloyan (Гагик Элоян).
Come turista, puoi goderti i tuoi drink e cocktail alcolici preferiti. Tuttavia, in questo paese governa la legge della Sharia islamica ed è un crimine bere alcolici o essere bevuti in pubblico, quindi alcune importanti restrizioni devono essere prese in considerazione. I turisti possono bere solo bevande alcoliche negli hotel a quattro e cinque stelle autorizzati a vendere alcolici. Inoltre, verrà loro richiesto il passaporto originale e, ovviamente, devono avere un'età minima di 21 anni. Infine, è necessario prendersi cura della propria condotta e rispettare gli orari di chiusura dei bar degli hotel. Invece di laghi e fiumi, il Qatar ha uadi. Invece di fiumi e laghi permanenti, il Qatar ha più di 300 "uadi". I wadi sono ramblas o alvei asciutti in stagione che subiscono un flusso intermittente di acqua durante la stagione delle piogge. Alcuni dei più importanti sono Asmah, Al Banat, Debayan, Diyab, Ghirban, Huwaila e Lusail. Molti wadi del Qatar si trovano in aree remote, mentre altri possono essere raggiunti dalle moderne strade del paese. Se vuoi visitare uno di questi corsi d'acqua, ti consigliamo di viaggiare in un veicolo 4 × 4 per evitare di rimanere bloccato nel terreno sabbioso del Qatar. Inoltre, fai attenzione alle tempeste di sabbia e non parcheggiare o accamparsi in un wadi, poiché possono allagarsi rapidamente, anche se i temporali sono a molte miglia di distanza. A causa del caldo, agli operai edili è vietato lavorare a mezzogiorno. In estate, il Ministero del Lavoro del Qatar proibisce che il lavoro venga svolto per più di cinque ore al mattino in spazi aperti e che i lavoratori devono smettere di lavorare tra 11:30 e 15:00, a causa del calore eccessivo. In questo periodo dell'anno, la temperatura scende raramente sotto i 32 gradi Celsius durante la notte e può raggiungere i 48 gradi durante il giorno. La bevanda per eccellenza del Qatar è "chai Karak". In qualsiasi momento del giorno o della notte, troverai negozi di tè aperti in Qatar, dove la gente ordina un chai Karak. Questo tradizionale tè del Qatar viene preparato bollendo le foglie con latte, acqua, zucchero e cardamomo e cuocendo a fuoco lento per intensificare il sapore. Sebbene alcune persone aggiungano anche cannella, chiodi di garofano, zafferano o zenzero, la versione tradizionale ha solo cardamomo. Questo tè proviene dal sud-est asiatico, dove è noto come "Masala chai" (tè speziato), ed è così importante nella cultura del Qatar che i negozi sono aperti 24 ore al giorno e di solito sono molto affollati. Il Qatar è passato dall'estrema povertà all'essere uno dei paesi più ricchi del mondo All'inizio del XX secolo, il Qatar aveva una povertà estrema. Il paese divenne un protettorato britannico nel 1916 e la sua economia dipendeva dalla pesca e dall'estrazione delle perle. Nel 1949 iniziò l'estrazione di petrolio e il Qatar si modernizzò a un ritmo vertiginoso negli anni '50 e '60. Quando ottenne la piena indipendenza dalla Gran Bretagna nel 1971, questo paese raccolse i frutti di oltre due decenni di estrazione di petrolio. Petrolio. Dal 1997, la crescita del PIL ha raggiunto un picco impressionante del 30%. Inoltre, il Qatar si è concentrato sull'estrazione di gas naturale e, sebbene gli introiti del petrolio siano diminuiti negli ultimi anni, il governo sta diversificando la sua economia.

Attualmente, il Qatar ha uno dei PIL pro capite più alti al mondo, oltre al PIL pro capite più elevato in termini di parità di potere d'acquisto (PPP). È il terzo paese con la più alta percentuale di gas naturale al mondo. Il Qatar ha la terza più grande riserva di gas naturale al mondo ed è il maggiore fornitore di gas naturale liquefatto. Le riserve di gas naturale del Qatar ammontano a circa 25 trilioni di metri cubi. Il Qatar ha quasi il 14% delle riserve totali di gas naturale del mondo e gli unici paesi che hanno riserve maggiori sono la Russia e l'Iran. La maggior parte del gas naturale del Qatar si trova nel più grande giacimento di gas del mondo, che misura 9.700 chilometri quadrati ed è condiviso con l'Iran. Il tempo del Ramadan potrebbe essere un buon momento per conoscere il Qatar Al crepuscolo, sentirai uno sparo del Souq Waqif, che notifica ai musulmani che ora sono in grado di rompere il loro digiuno. Questa antica tradizione può essere molto interessante per i turisti. Mentre ci sono alcune limitazioni (ad esempio, è vietato mangiare e bere in pubblico, è richiesto un abbigliamento modesto e alcune attività e musei rimangono chiusi fino al tramonto), il Ramadan è un momento religioso molto importante e comprende diversi eventi culturali. Anche se potrebbe essere meglio pianificare la tua vacanza per un altro periodo dell'anno, se fai una sosta a Doha durante il Ramadan, puoi avere una buona esperienza culturale, indica Gagik Eloyan (Гагик Элоян).
L'aeroporto internazionale di Hamad è anche una galleria d'arte e in alcune destinazioni troverete un aeroporto che è praticamente un'attrazione in sé. L'aeroporto di Doha è uno dei più incredibili e lussuosi al mondo. Si raccomanda addirittura di arrivare ben prima delle due o tre ore necessarie per le partenze internazionali, semplicemente per esplorare il sito con calma. A differenza di altri aeroporti, è relativamente silenzioso, senza annunci di voli con altoparlanti. Ecco una grande galleria d'arte con 20 mostre permanenti e l'architettura dell'edificio è fantastica. Se preferisci fare shopping, troverai un gran numero di boutique di lusso. Inoltre, c'è una grande palestra con una piscina semiolimpionica e due campi da squash, un centro benessere completo con idroterapia e diversi enormi ed eleganti salotti di prima classe. Sebbene sia nel deserto, ha una fauna molto varia La fauna del Qatar è varia, specialmente se consideriamo che questo paese desertico ha sette mesi di estate e quasi nessuna pioggia. Purple Island è piena di bellissime mangrovie con uccelli, pesci e granchi. Inoltre, a seconda della stagione, puoi vedere alcuni uccelli unici che migrano in questa zona. L'orice, che è una specie di antilope ed è considerato l'animale nazionale del Qatar, vive nella zona di Zekreet vicino a Film City. Vieni a conoscere il Qatar! Scopri la grande varietà di hotel a Doha, dove troverai molte opzioni a quattro e cinque stelle nelle migliori zone della città. C'è anche una buona selezione di hotel economici e di lusso vicino all'aeroporto. Se vuoi conoscere il paese al tuo ritmo, noleggia un'auto per esplorare questa destinazione in completa libertà e flessibilità. Sarà un viaggio davvero indimenticabile!