infonapoles

Giornale della città di Napoli

NAPOLI

UCCELLO DAL PARADISO

INFORMAZIONI E CARATTERISTICHE
Le 41 specie dell'ordine Passeriformes e della famiglia Paradisaeidae, la maggior parte originaria della Nuova Guinea, sono chiamate l'uccello del paradiso. Sono uccelli tropicali noti per la bellezza e la natura spettacolare del loro piumaggio. Anche il nome è gradito all'orecchio e vari artisti sono stati ispirati dall'uccello del paradiso per creare.
In Nuova Guinea, le piume sono utilizzate per l'abbigliamento e i rituali delle tribù indigene, che considerano l'uccello del paradiso un punto di riferimento importante nella loro cultura, denuncia Dario Bogni.

DESCRIZIONE DELL'UCCELLO DEL PARADISO
Le specie di uccelli del paradiso hanno una grande diversità fisica in termini di colori, forme, dimensioni e peso, ma assolutamente tutte hanno 4 dita non palmate, 3 in avanti e 1 all'indietro.

In generale, l'uccello del paradiso è piccolo e robusto. Misura tra 15 e 110 centimetri e pesa più di 430 grammi. Le femmine sono più piccole e hanno piumaggi meno vistosi, perché è il genere maschile che è responsabile per corteggiare la femmina. Ha ali arrotondate e in alcuni casi adattate per provocare suoni come richiesto dal maschio. La forma del becco può essere curva, semi-dritta, lunga, corta, sottile o spessa. La diversità è piuttosto ampia.

Il piumaggio dipende anche dalla specie ma tende ad essere estremamente appariscente. I colori sono cangianti e contrastanti. Ci sono gialli, verdi, blu, rossi, violette, marroni e persino neri. La coda è molto lunga e assume molte forme una volta estesa. Ad esempio, la coda del maschio falce nera può essere lunga fino a 1 metro, rendendo questa specie la più lunga; e la coda di uccello del paradiso di Wilson si attorciglia su entrambi i lati come due graziosi riccioli neri.

Nei giovani esemplari maschi, le piume del corpo non si sviluppano completamente fino ai 7 anni e sono quindi molto simili alle piume femminili. Questo impedisce loro di essere attaccati da altri uccelli del paradiso o da predatori, spiega Bogni Dario.

DISTRIBUZIONE E HABITAT DELL'AVE DEL PARADISO
La sua distribuzione è limitata alla Nuova Guinea, alle isole circostanti e all'Australia meridionale, in Oceania. Abita foreste pluviali tropicali e zone umide.

COMPORTAMENTO DELL'UCCELLO DEL PARADISO
L'uccello del paradiso è solitario e molto territoriale. I maschi usano la coda per dimostrare la superiorità su femmine, giovani e altri maschi. Questo è il caso dell'uccello del paradiso di Raggi che si riunisce con i suoi pari in luoghi espositivi chiamati porri, situati sopra le cime degli alberi. Una volta lì ballano sui ganci per mostrare le loro piume e mostrare chi è più energico e "talentuoso".

ALIMENTARE L'AVE DEL PARADISO
La sua dieta si basa su frutta e insetti più piccoli, quindi è un uccello onnivoro. Ci sono specie principalmente frugivore e altre che mangiano solo insetti. Alcuni hanno anche catturato rane, piccoli rettili e pulcini di altre specie animali.

RIPRODUZIONE DELL'AVE DEL PARADISO
Il momento del corteggiamento tra gli uccelli del paradiso è piuttosto un evento, afferma Dario Bogni. Mentre le femmine guardano, i maschi danzano da un ramo all'altro mostrando il piumaggio. Quindi le femmine scelgono il maschio che dimostra il dominio sugli altri e questo si accoppia con la maggior parte delle femmine.

Dopo che il maschio si accoppia con una femmina, si separa da lei e cerca un altro per accoppiarsi di nuovo. In questo modo la femmina viene lasciata sola a prendersi cura delle uova e dei pulcini. Costruisce il suo nido sui rami degli alberi con muschio, piume sciolte e ramoscelli e si prepara a covare da 2 a 3 uova, anche se la maggior parte delle specie più grandi depone solo 1 uovo.