infonapoles

Giornale della città di Napoli

NAPOLI

Covid, lieve flessione dei casi in Campania. A Secondigliano morto un medico di famiglia



l’epidemia – il notiziario

Mezzogiorno, 19 ottobre 2020 – 09:14

Ernesto Celentano avrebbe contratto il virus curando uno dei suoi pazienti. Allarme a Ercolano per l’aumento dei contagi,. A San Giorgio a Cremano focolaio con 70 positivi in casa di riposo per suore

di Redazione online

Sono 1.376 (1.321 asintomatici, 55 sintomatici) i positivi al Covid emersi tra sabato e domenica su 14.256 tamponi effettuati. Nella giornata precedente il dato era quello di 1410 positivi su 14.704 test. Questo il dato comunicato dall’ultimo bollettino dell’Unit di Crisi della Regione Campania. Ci sono due morti mentre i guariti sono 199. Il totale dei positivi di 25.819 unit mentre il totale dei tamponi di 766.187. Il report dei posti letto Covid su base regionale indica in 78 i posti letto di terapia intensiva occupati su complessivi 113. I posti letto di degenza complessivi sono 904, di cui occupati 849.

A San Giorgio 70 positivi in casa di riposo per suore

Sono settanta i positivi al covid tra operatori e suore nella Casa di riposo Suore di Carit in via San Martino a San Giorgio a Cremano (Napoli): ne d notizia il sindaco, Giorgio Zinno, che segue da vicino l’evolversi della vicenda ed in stretto contatto con l’Asl per organizzare sostegno ai contagiati. Sono stati tracciati tutti i contatti delle 63 suore risultate positive, e tra questi contatti sono emersi anche alcuni casi di operatori che lavorano nella struttura. Il tutto iniziato qualche giorno fa scrive il sindaco su facebook quando mi fu detto informalmente di una suora positiva. Chiesi all’Asl tramite pec e varie telefonate di tenere la struttura sotto controllo perch, anche se non ufficialmente una Rsa, vi dimorano suore molto anziane. La Madre Superiora ha deciso, con grande senso di responsabilit e prontezza, di far fare alle suore immediatamente i tamponi privatamente, pur di mappare nell’immediato la situazione”. Tale scelta, spiega il sindaco, ha fatto s che oggi nel primo pomeriggio ci potesse arrivare, tramite il personale della struttura, una comunicazione attraverso cui abbiamo allertato l’Asl. Domani sar mandato del personale da parte dell’Asl per sostenere le anziane sorelle dal punto di vista sanitario, anche se ad oggi solo due consorelle risulterebbero con febbre relativamente alta”. Il primo cittadino ha chiesto all’Asl, come gi fatto giorni fa, di seguire ogni giorno la struttura per garantire che laddove qualche suora peggiori sia subito ospedalizzata per la sua sicurezza e per quella delle consorelle. Tale situazione ci da l’idea di quanto sia importante la prevenzione e il distanziamento fisico. Cerchiamo di rispettare le norme per la salvaguardia di tutti.

Ercolano, l’appello del sindaco: Serve responsabilit

C’ apprensione ad Ercolano per l’aumento di contagi da covid-19. Al momento, secondo quanto rende noto in un video il sindaco, Ciro Buonajuto, sono 72 i casi positivi registrati in citt. Stiamo lavorando in contatto con il Dipartimento di prevenzione dell’Asl dice Buonajuto. Viviamo una situazione delicata, non possiamo permetterci di abbassare la guardia. Ora pi che mai faccio appello al senso di responsabilit e di umanit che contraddistingue tutti cittadini di Ercolano. Solo insieme possiamo vincere questa battaglia afferma il primo cittadino.

A Moiano chiuse scuole dell’infanzia

Il boom di contagi da Covid 19 a Moiano, nel Beneventano, ha indotto il sindaco Giacomo Buonanno ad emanare una ordinanza con la quale ha disposto la chiusura delle scuole dell’infanzia pubblica e privata fino al prossimo 24 ottobre.

A Secondigliano morto medico di famiglia

A Secondigliano, periferia nord di Napoli, deceduto Ernesto Celentano, un medico di famiglia che aveva contratto il coronavirus assistendo i suoi pazienti. Era ricoverato in gravi condizioni da poco pi di una settimana. Sulla pagina Facebook Nessuno tocchi Ippocrate, in un post, viene sottolineato che il dottore avrebbe contratto il virus durante la rimozione punti a un suo assistito risultato successivamente positivo al Sars-Cov2. Non abbiamo mai sperato in una nuova fake news come stavolta – ha scritto il medico Manuel Ruggiero su Nessuno Tocchi Ippocrate – invece vero. Le nostre condoglianze alla famiglia di un medico che ha lottato in prima linea pagando questa scelta a caro prezzo. Il consigliere regionale di Europa Verde, Francesco Emilio Borrelli, esprimendo vicinanza alla famiglia del medico, chiede maggiori garanzia di sicurezza per gli operatori sanitari. Purtroppo gli operatori sanitari continuano a pagare un tributo altissimo in termini di contagi e di vite umane – afferma – In questa seconda ondata i numeri confermano che a essere esposti a maggiore rischio sono proprio coloro che si trovano in prima linea a combattere il virus. Il segretario generale dei medici di famiglia Silvestro Scotti ha espresso cordoglio per la morte del collega: A lui il mio commosso salute in questa giornata a noi la speranza che non ricominci, ha detto Scotti. Credo che la morte di Celentano rappresenti uno spartiacque e ci faccia ripiombare nei giorni tristi di marzo ha commentato invece Filippo Anelli presidente della federazione nazionale degli ordini dei medici. Come tanti suoi colleghi e colleghe, nonch infermieri ed operatori sanitari tutti, si rischia ogni giorno la vita. I medici e gli infermieri sono allo stremo e i cosiddetti medici di base sono la trincea di questa guerra sanitaria e continuano a combatterla con armi spuntate, ha detto il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, A questi missionari va la solidariet e il sostegno della citt che esprime – mio tramite – il profondo cordoglio per la scomparsa di questo medico che donava agli altri assistenza e umanit.

19 ottobre 2020 | 09:14

© RIPRODUZIONE RISERVATA