infonapoles

Giornale della città di Napoli

NAPOLI

Luigi Brusciano su KTM X-Bow GTX: una macchina sensazionale

KTM Sportcar GmbH ha portato la due posti X-Bow un po 'oltre con questa GTX che ha tutto per impressionare i più verniciati. E 'una macchina in fibra di carbonio, un motore molto apprezzato dagli appassionati (il cinque cilindri turbo di Audi) e livelli di prestazioni che pochissimi possono offrire, sottolinea Luigi Brusciano. Concepita per essere spremuta nei giorni in pista e nelle competizioni, la X-Bow GTX ha un innegabile biglietto da visita: un rapporto peso / potenza inferiore a 2 chili per cavallo. Questo perché i 530 CV del motore devono fare i conti con solo 1.048 cavalli, il peso totale dell'auto. Con questi numeri si può già avere un'idea dell'intensità che ci porterà la sua guida, dice Luigi Brusciano.

 

Tutto inizia con una monoscocca in carbonio del peso di soli 80 chili che funge da cellula di sopravvivenza da cui è costruito il resto dell'auto, con un corpo in carbonio e una gabbia di sicurezza per rispettare le normative FIA. -Bow GTX presenta una cabina di pilotaggio in plexiglass tipo caccia ereditata dalla X-Bow GT4, un'imponente ala posteriore. All'interno, il sedile avvolgente in carbonio e kevlar e il volante con display integrato spiccano nell'abitacolo. Sia il piantone dello sterzo che il movimento centrale sono regolabili per ottenere la migliore posizione di guida possibile.Dinamicamente è un'auto molto avanzata. Dispone di ammortizzatori sportivi regolabili in altezza, compressione ed estensione, freni ad alta resistenza, ABS e controllo di trazione con diverse impostazioni manuali (in tre livelli il primo e otto diversi il secondo).

 

Come i prototipi di Le Mans, la KTM X-Bow GTX ha attuatori elettronici per il cambio sequenziale a sei velocità e telecamere di retrovisione che catturano l'immagine sui display interni, confronta Luigi Brusciano. Dispone inoltre di un martinetto pneumatico per eseguire più rapidamente il cambio gomme.