infonapoles

Giornale della città di Napoli

NAPOLI

Guerriglia a Napoli, due arresti. Il vice ministro Mauri: «Azioni criminali preordinate»



la prima notte di coprifuoco

Mezzogiorno, 24 ottobre 2020 – 10:45

Gli investigatori stanno lavorando per identificare i responsabili degli scontri violenti tra polizia e un gruppo di manifestanti durante la manifestazione contro il coprifuoco

Due persone sono state arrestate dalla Digos per gli scontri tra forze dell’ordine e manifestanti che si sono verificati nella tarda serata di ieri a Napoli. Si tratta di due persone, gi note alle forze dell’ordine per reati connessi allo spaccio di sostanze stupefacenti, del quartiere Vasto. Al momento gli inquirenti della Procura sono impegnati a raccogliere informazioni sull’accaduto per delineare un quadro pi chiaro di quanto accaduto in citt, in particolare nelle immediate vicinanze della sede della Regione Campania, dove c’ stato un fitto lancio di oggetti che hanno colpito Polizia e Carabinieri.

Mauri: Azioni criminali preordinate

Quanto accaduto la scorsa notte a Napoli gravissimo. L’aggressione alle Forze dell’Ordine e la guerriglia urbana scatenata tra le strade della citt in prossimit della Regione sono atti criminali. E cos verranno trattati. del tutto chiaro che non si trattata di una protesta spontanea. Ma di azioni preordinate, organizzate nella quasi totalit da frange di tifosi violenti, da ambienti criminali, anche legati a settori dell’estremismo politico. Cos il Vice Ministro dell’interno con delega alla Pubblica Sicurezza, Matteo Mauri, sull’aggressione alle Forze dell’ordine compiuta a Napoli questa notte. Si tratta di delinquenti che risponderanno per quello che hanno fatto, aggiunge Mauri. A maggior ragione perch provano a speculare sulla situazione difficile che si sta vivendo, sia dal punto di vista sanitario che per le conseguenze sulla vita dei singoli cittadini. La risposta dello Stato sar adeguata e proporzionata alla gravit dei fatti avvenuti. I responsabili di questi atti vergognosi saranno individuati con rapidit. A tutti gli agenti coinvolti, al Questore di Napoli, invio la mia totale solidariet. Ringraziandoli – conclude il viceministro dell’Interno – ancora una volta per l’abnegazione, la prontezza e la professionalit con cui hanno saputo gestire la situazione.

24 ottobre 2020 | 10:45

© RIPRODUZIONE RISERVATA