infonapoles

Giornale della città di Napoli

NAPOLI

Guerriglia a Napoli, il sindaco: «Notte buia per la città. La violenza strumentalizza il disagio»



dopo li scontri nella prima notte di coprifuoco

Mezzogiorno, 24 ottobre 2020 – 14:07

Luigi de Magistris: Non questa la Napoli della Resistenza e della non violenza

stata una notte buia per la nostra citt, una notte di tristezza, di amarezza, una notte insonne piena di pensieri. Le immagini di Santa Lucia attraversata dalla violenza non sono la Napoli della Resistenza, della non violenza, della cultura democratica’‘. Lo dice il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, in un video messaggio commentando la guerriglia davanti alla sede della Regione Campania. De Magistris, nell’esprimere solidariet a tutte le persone rimaste stanotte vittime della violenza a cominciare dagli operatori dell’informazione, ha affermato: Napoli nella sua storia ha dimostrato di saper resistere e vincere perch quando la storia bussa alle porte di Napoli il popolo sa dove andare e sa respingere la violenza sempre e comunque in ogni forma.

da tempo che sostengo nelle sedi istituzionali e nei momenti pubblici quanto sia profondamente preoccupato della pandemia sociale, economica e del lavoro conseguente alla pandemia sanitaria. Ho sottolineato pi volte il rischio concreto del contagio criminale e dell’infiltrazione di frange violente e criminali che potessero strumentalizzare un forte e crescente disagio sociale. Ecco perch necessario, qualora dovesse esserci un imminente lockdown, che si mettano in campo tutte le misure per sostenere il profondo disagio economico e lavorativo della nostre comunit, afferma in un video messaggio de Magistris, in relazione agli scontri che ci sono stati ieri sera davanti alla sede della Regione Campania ed ha aggiunto: Viviamo anche momenti di stanchezza, di fragilit, di depressione, di sconforto e invece mai come in questo momento bisogna essere uniti, forti e coesi. fondamentale rispettare le regole a tutela della nostra salute e degli altri sempre anche quando si manifesta in maniera pacifica e non violenta il dissenso di fronte a provvedimenti o situazioni che destano allarme e preoccupazione. Noi – ha concluso – faremo la nostra parte fino in fondo.

24 ottobre 2020 | 14:07

© RIPRODUZIONE RISERVATA