infonapoles

Giornale della città di Napoli

NAPOLI

Napoli, disoccupati e centri sociali in piazza. Uova con vernice rossa contro la sede dell’Unione industriali



a Napoli

Mezzogiorno, 24 ottobre 2020 – 16:52

Manifestazione in piazza dei Martiri davanti palazzo Partanna. Il lavoro non un favore. E ancora: Un nuovo lockdown? Solo a salario pieno

di Anna Paola Merone

Uova con vernice rossa sono state lanciate contro la sede di Confindustria Napoli, in piazza dei Martiri, nel corso di una manifestazione di Centri sociali, Cobas, e Sindacato lavoratori in lotta. I manifestanti, un centinaio, fronteggiati da un cordone di poliziotti del reparto Mobile, hanno acceso fumogeni. In piazza anche un gruppetto di Antifa tedeschi, con una bandiera. Non siamo contro il lockdown, se serve – hanno detto gli organizzatori della manifestazione – ma deve essere a salario pieno per lavoratori e disoccupati. Slogan e insulti contro il presidente di Confindustria, Bonomi. Tra le richieste, una patrimoniale del 10% per i ricchi. Quattro morti sul lavori al giorno, questa violenza, era scritto su uno striscione.

La polizia presidia Palazzo Partanna. La sede dell’Unione industriali di Napoli ha i portoni spalancati. Di fronte i manifestanti. Un nuovo corteo di protesta contro il coprifuoco e il paventato nuovo lockdown. Slogan di rabbia. Chiedono lavoro e niente polizia, ma la polizia c’ e circonda con le camionette l’intero slargo per prevenire incidenti come quelli che solo qualche ora fa si sono verificati nella zona di Santa Lucia. Poi i fumogeni, e in sottofondo gli slogan: pagherete caro pagherete tutti, assassini, il lavoro non un favore. La piazza si riempie di fumo la tensione palpabile.

24 ottobre 2020 | 16:52

© RIPRODUZIONE RISERVATA