infonapoles

Giornale della città di Napoli

ECONOMIA

La start up Credimi cresce e cerca 40 nuovi profili da inserire nel team nel 2021



lavoro

La società nata nel 2016 è diventata uno dei principali player europei nel settore del digital lender con 1,2 miliardi di euro erogati alle Pmi

di Filomena Greco

La società nata nel 2016 è diventata uno dei principali player europei nel settore del digital lender con 1,2 miliardi di euro erogati alle Pmi

2′ di lettura

Cresciuta in fretta nel settore del credito alle Pmi, Credimi – società fondata da Ignazio Rocco, Sabino Costanza e Jacopo Anselmi nel 2016. – apre una call per selezionare 40 profili da inserire nel suo team a partire dal 2021. Nata con la missione di semplificare l’accesso al credito per le imprese, Credimi si è guadagnata sul campo un ruolo da leader nel comparto del digital lender, con oltre 1,2 miliardi di euro erogati alle aziende italiane che hanno scelto di rivolgersi alla piattaforma digitale proprietaria.

Credimi è un intermediario finanziario vigilato da Banca d’Italia e offre un canale di finanziamento flessibile e veloce, oltre che alternativo a banche e factor. La società nei primi nove mesi del 2020 ha erogato 450 milioni di euro, registrando una crescita del 39% rispetto all’anno precedente e ha come obiettivo quello di portare il team dagli attuali 60 professionisti a oltre 100 nei primi mesi del 2021.

Loading…

«In tre anni e mezzo la tecnologia proprietaria in capo a Credimi ha permesso alla società di elaborare e analizzare più di 62mila richieste di finanziamento e di prestare oltre 1,2 miliardi alle Pmi italiane» sottolinea Ignazio Rocco. Nei prossimi mesi si lavorerà per la creazione di nuovi prodotti che, utilizzando dati e analytics, spiega Rocco, facilitino la crescita delle piccole imprese italiane ed europee.

Il team di Credimi è composto da persone con età compresa tra i 28 e i 35 anni, che detengono il 50% del capitale sociale. Questa nuova ricerca di personale punta ad inserire nel team professionisti con competenze che spaziano dall’economia aziendale all’ingegneria industriale, dal marketing alla statistica, alla fisica, alla matematica e all’informatica, con l’obiettivo di sviluppare prodotti di finanza aziendale in grado di semplificare e far crescere l’attività dei clienti.

I 40 candidati sono ricercati in 11 tipologie di profili differenti: dal Lending Manager (valutazione del merito creditizio) al Banking IT – Project Manager (progetti di integrazione, nelle decisioni di acquisto e nella gestione dei fornitori), accanto a Data Scientist e Data Analyst (espansione del portafoglio di algoritmi proprietari, sia nel rischio di credito che nelle aree del pricing, del marketing e del servizio ai clienti), Software Engineer – Cybersecurity, Product Manager, Senior Frontend Engineer e Senior Backend Engineer, fino a Business Development Manager e Funding & Strategy Manager che dovranno supportare nella ricerca, valutazione e negoziazione di partnership strategiche.